Valle del Rodano - Francia

Domaine La Barroche

Una piccola azienda che ha iniziato ad imbottigliare solo nel 2004, ma con una storia di oltre 500 anni nella produzione vinicola di questa storica DOC della Valle del Rodano, sempre nelle mani della stessa famiglia. La reputazione della cantina è stata costruita in pochissimi anni, essendo oggi riconosciuta dalla stampa e dalla critica internazionale come una delle assolute eccellenze di Chateauneuf.
11 ettari vitati, tutti ad alberello, buona parte costituita da piante ultracentenarie su terreni sabbiosi e ghiaiosi, battuti dal famigerato e fortissimo Vento di Maestrale della regione. Vini di grande eleganza, struttura e mineralità, con formidabili capacità d’invecchiamento. La produzione viene eseguita seguendo le metodologie più tradizionali, applicando un’attenzione maniacale sia nel vigneto (selezionando le uve su nastro già in vigna) che in cantina (vinificando per vitigno in botti separate ed eseguendo l’assemblaggio solo dopo lunghi affinamenti e studi). Viticoltura biologica, selezione massale e rabboccatura delle botti a seguito di evaporazione, secondo la ricetta tradizionale. La potenza dei prodotti La Barroche rappresenta un faro di riferimento d’eleganza per la produzione di questa speciale appellazione.

SIGNATURE –
Chateauneuf – du Pape

PURE –
Chateauneuf-du-Pape

Vertus Champagne - Francia

Andrè Jacquart

Nasce nel 1958 la Tenuta situata nel Vertus, che prende nome dal suo fondatore Andrè Jacquart, importantissimo vigneron di Le-Mesnil. L’Azienda oggi è attivamente diretta da Marie Doyard e da suo fratello Benoit, nipoti di Andrè e pronipoti dal lato paterno di Maurice Doyards, fondatore del CIVC (Comitato Interprofessionale de Champagne). Da un’eredità di ben 24 ettari di vigneto (su 200 parcelle) da parte di entrambi i rami della famiglia, l’Azienda ha ripreso il marchio materno e lanciato nel 2004 il suo progetto votato all’eccellenza e basato su tre punti fondamentali: lunghe maturazioni sui lieviti (minimo 5 anni per i sans annèe, 8 per i millesimati), bassi dosaggi (intorno ai 3 g/l) e barrique per la fermentazione. La produzione è oggi di circa 100.000 bottiglie l’anno. In vendemmia, Marie seleziona le parcelle per omogeneità, quindi combina quelle adatte a essere pressate insieme non lavorando per parcelle, ma per aree di territorio, pertanto un primo assemblaggio avviene già in fase di pressatura. Importante notare che i vini non svolgono la malolattica.

Vertus Experience

Mesnil Experience

Mesnil Nature

Rosè Experience

Millesimé Experience

Borgogna Volnay - Francia

Maison de Montille

Accanto all’azienda di famiglia Etienne e Alix DE MONTILLE hanno creato una “maison de negoce”, la Maison de Montille, per una produzione di circa 60 mila bottiglie, con lo scopo di realizzare vini bianchi che seguano la stessa filosofia di qualità e di rigore dei loro rossi (visto che possiedono meno di un ettaro di chardonnay).
Le bottiglie annue prodotte dall’azienda sono così salite a 75-80 mila. Alix De Montille d’altronde è da sempre in piena sintonia con la filosofia paterna, oltre ad essere la moglie di Jean Marc Roulot, uno dei più grandi produttori di vini bianchi di Borgogna, e ricerca uno stile di vino in cui più che l’opulenza si esaltino la dimensione verticale, il nerbo e la freschezza. La Maison de Montille è parte integrante dell’azienda familiare anche se vengono utilizzate solo uve acquistate che vengono però direttamente vendemmiate, in modo da poterne controllare la giusta maturità.

Chablis Grand Cru
Les Preuses

Mersault

Pernard – Vergelesses

Poully-Fiussé
En Vergisson

Bourgone Pinot Noir

Saint-Aubin 1er Cru
Sur Gamay

Borgogna Puligny • Montrachet - Francia

Château de Puligny

In Borgogna, è qui che l’amore per il vino va oltre ogni limite perchè nasce dal massimo rispetto del territorio. Ed è qui che è nata una forte amicizia con un produttore di Volnay, Gianni Masciarelli era molto legato alla famiglia De Montille, certamente a Hubert, ma soprattutto a Etienne, che dal padre ha ereditato la direzione del domaine di famiglia. Ora, poiché Etienne non si occupa solo della propria azienda, ma è anche alla guida tecnica del Domaine Du Château de Puligny – Montrachet è ovvio che Masciarelli importi anche i vini di quest’altra azienda, una tenuta di 20 ettari di proprietà del Credit Foncier dal 1989. Già dal 1990 avvia un’importante opera di modernizzazione culminata con l’arrivo di Etienne.

Bourgogne Le Clos
du Chateau De Puligny

Chassagne Montrachet

Chevalier Montrachet
Grand Cru

Puligny – Montrachet

Saint-Aubin

Monthelie

Mersault

Borgogna Volnay - Francia

Domaine De Montille

Il Domaine de Montille è da molti anni un vero punto di riferimento per la produzione borgognona. L’intera famiglia De Montille, poi, dall’uscita del film-documentario Mondovino è ormai una delle più famose di tutta la Borgogna. Etienne e Alix, figli di Hubert, sono così diventati degli alfieri della vitivinicoltura dei piccoli produttori. Per rendere questi vini eleganti e armoniosi, le regole sono semplici: vinificazione con lunghe macerazioni, affinamento in barriques e imbottigliamento senza filtrazione. Obiettivo della famiglia è solo quello di riuscire ad interpretare sempre meglio il territorio, alla ricerca di vini in cui il ruolo principale non sia più giocato dal corpo, la materia, la fittezza, ma dalla tensione, il dinamismo e la profondità. L’azienda oggi conta circa 16 ettari vitati. La densità delle viti a Domaine de Montille è di 10.000 ceppi/ettaro, con una forma di allevamento a Guyot semplice. La viticoltura è rigorosamente biologica dal 1995 e il suolo è sempre stato arato. Etienne ha iniziato a sperimentare l’agricoltura biodinamica in Mitans che ha progressivamente ampliato in tutto il Domaine. Etienne sostiene, tuttavia, che l’agricoltura biodinamica non è un fine in sé, ma solo un mezzo per raggiungere il suo obiettivo: la produzione dei migliori vini possibile. Il Vigneto Taillepieds, così chiamato per i sassi appuntiti e taglienti presenti, è un Premier Cru che fa storicamente parte delle proprietà della famiglia De Montille estesa un ettaro e mezzo. È probabilmente il vigneto simbolo della famiglia. Il suolo, come per tutta la Cote de Beaune, è di tipo argilloso-calcareo, con una quantità di calcare piuttosto importante, superiore alla media della regione, e con uno strato di sassi superficiale. Non molto profondo – solo 85 centimetri prima di arrivare allo strato roccioso – è posto in forte pendenza, ed ha quindi un drenaggio ottimale. Per quanto riguarda la vinificazione, viene utilizzato normalmente il 25% di legno nuovo, e per la rimanente parte si utilizza legno di 2°, 3° e 4° passaggio. Etienne non fa travasi, lasciando il vino “sul lie” anche fino a 23 mesi, senza chiarificazioni né filtraggi, realizzando anche un imbottigliamento meno forzato. “Quello che voglio ottenere per i miei vini alla fine si può riassumere in poche parole: finezza, purezza aromatica capacità di sfidare il tempo.”

Volnay 1er Cru

Pommard 1er Cru

Beaune 1er Cru

Corton Clos du Roi

Nuits-Saint-Georges 1er Cru

Le Cailleret

Bourgogne

Valle della Loira - Francia

Domaine des Baumard

La famiglia Baumard vive e lavora i vigneti a Rochefort-sur-Loire dal 1634 ed è considerata uno dei più grandi produttori della Valle della Loira e di vino bianco al mondo. Situata nel cuore dell’Anjou, l’azienda è stata rianimata dopo la fillossera da Jean Baumard a metà degli anni ’50, ed è ora nelle mani di suo figlio Florent, che ha rilevato l’azienda di famiglia nel 1987. La sua filosofia di lavoro è incentrata sull’intervenire il meno possibile in vigna e in cantina. Nel 2003, Florent ha iniziato a imbottigliare tutti i suoi vini fermi con chiusure Stelvin, diventando un pioniere di questa tecnologia in Francia. Il Domaine des Baumard produce cuvées di Savennières, vino secco ad uvaggio Chenin Blanc, e cuvées di vini spumanti a base di Chenin, Chardonnay e Cabernet Franc. La tenuta comprende anche diversi vigneti nella denominazione Coteaux du Layon ed è il più famoso produttore di Quarts de Chaume: un vino dolce ed intenso, di lunga tenuta, ottenuto da uve Chenin Blanc al 100%.

Clos du Papillon Savennières

La Calèche

Quarts de Chaume